Corriere di Sesto

Un  bancomat a prova di clonazione. Col quale interagire attraverso lo sguardo invece che pigiando i tasti. Futuro? Fantascienza? Potrebbe essere realtà, dato che la ditta milanese SR Labs ha sviluppato un’innovativa versione dello sportello automatico che consente di effettuare tutte le operazioni senza neanche toccare la tastiera. Per comporre il codice pin basta infatti guardare i numeri sullo schermo.

Questa soluzione offre due grandi vantaggi: elimina ogni possibilità di frode e consente alle persone disabili di accedere al servizio. Al contrario di sistemi di riconoscimento personale come quelli basati sull’identificazione delle impronte digitali o della scansione della retina, la tecnologia di eye tracking utilizzata in iBancomat (questo il nome dell’attrezzatura) pone meno problemi dal punto di vista della privacy: non sono memorizzati i dati dell’utente, ma sono rivelati esclusivamente i movimenti.

La nostra più che decennale esperienza nella progettazione di sistemi comandati con lo sguardo – ha dichiarato…

View original post 153 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...