Forme di protesta estreme e distruttive

Arthur

La mancanza di lavoro, la rabbia che cresce e che può sfociare in “forme di protesta estreme e distruttive”. Non è il primo ad averlo detto. A chi lo ha fatto prima di lui non sono stati risparmiati giudizi molto poco lusinghieri. In fondo, da sempre, chi anticipa accadimenti funesti passa per Cassandra. E però questa volta a parlare di un futuro (già molto presente) assai negativo per l’Europa non è un politico radicale, un estremista. E’ il numero uno della Banca centrale europea. E’ Mario Draghi. Basterà?

View original post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...