I comuni rinunciano agli utili e li lasciano a Cap Holding per migliorare la rete dell’acquedotto (ed evitare multe dall’Europa)

Corriere di Sesto

Una nuova importante conferma della volontà dei Comuni soci di CAP Holding di costituire un grande gruppo industriale per il Servizio Idrico Integrato, che possa garantire gli investimenti necessari per un servizio sempre migliore ai cittadini”. Esprime così la sua soddisfazione Alessandro Ramazzotti, presidente di CAP Holding, al termine dell’Assemblea dei Soci che si è svolta il 9 maggio nella sala di via Rimini a Milano.

Nonostante il periodo di crisi – prosegue Ramazzotti –, i Comuni hanno rinunciato al dividendo dimostrando grande senso di responsabilità nell’attribuire una grande importanza agli investimenti necessari nel settore idrico: il fabbisogno di investimenti, certificato dal Piano triennale 2013 – 2015 di CAP Holding, ammonta a oltre 250 milioni di euro nelle province di Milano e Monza e Brianza. Solo per risolvere l’infrazione comunitaria su fognature e depuratori sono necessari 123 milioni di euro per la Provincia di Milano…

View original post 570 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...