REFERENDANCE BOLOGNA

LA LINEA FATICA

flyer_16maggiotpo2

Non sono bravo ad argomentare. Sono bravissimo, in compenso, a capire l’importanza delle cose. Per questo non ho avuto esitazioni a partecipare al Referndance, la serata indetta al TPO per sensibilizzare la cittadinanza bolognese circa il referendum consultivo di domenica 26 maggio. Per cosa si vota? Per dichiarare apertamente dove si vorrebbero indirizzare quel milione di euro che l’amministrazione bolognese destinerebbe volentieri alla scuola privata (o paritaria, come si dice) mentre i promotori del referendum vorrebbero venissero stanziati alla scuola pubblica. Non è affare da poco, e il rosario da sgranare in materia potrebbe essere infinito. Da costituzione è stabilito che le scuole private non possono godere di finanziamenti pubblici (detta così sembrerebbe ovvio, ma non  è così, da almeno un quattro governi a questa parte), ma allora perché il Pd compatto e addirittura Romano Prodi si spendono in favore della scuola privata? Difficile trovare un buon motivo per difendere…

View original post 879 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...