A che serve negare l’evidenza?

È la politica, bellezza

Il ragionamento di Pierluigi Bersani a Ballarò non mi è piaciuto.

La linearità del nostro atteggiamento politico ha pagato, ha detto l’ex segretario riferendosi al risultato delle elezioni amministrative.

Ma quale linearità? È evidente a tutti esattamente il contrario. La linearità avrebbe dovuto portare a riconoscere il fallimento dell’atteggiamento politico del Pd subito dopo il risultato elettorale di febbraio. Si è addossata la responsabilità della “non vittoria” alla legge elettorale, negando l’evidenza: il Porcellum c’entra, ma al Pd è soprattutto mancata la “fiducia” di tanti cittadini che hanno votato altrove, ovvero per il M5S.

Non è finita. Dopo una campagna, scandita da tragici errori tattici (ricordate l’annuncio di una alleanza post voto con Monti? Ricordate l’apparato sulla terrazza del Nazzareno danzare e cantare la smacchiatura imminente? ), costruita su una nebulosa prospettiva di cambiamento, si è puntato tutto sul tentativo di formare un improbabile governo (se…

View original post 214 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...